Lo specchio del mondo

Titolo Libro presentato:

LO SPECCHIO DEL MONDO

Nel “Lo specchio del mondo” l’autore mostra il modo giusto per guardare la storia dell’arte globale, ti cattura con osservazioni acute e ti tiene incollato alle pagine con il suo sguardo brillante.

separatore blog up
lo specchio del mondo

  ♦ CATEGORIA:            Storia dell’Arte
  ♦ AUTORE:                  Julian Bell
  ♦ TITOLO:                    Lo specchio del mondo
  ♦ SOTTOTITOLO:        una nuova storia dell’arte
  ♦ CASA EDITRICE:     Electa
  ♦ ANNO EDIZIONE:     2008
  ♦ TIPO COPERTINA:   rigida e sovracopertina (la sovracopertina ripiegata in 4 aprendosi diventa un poster grande con quadro di David, La morte di Marat)
  ♦ FORMATO:                27 x 20 cm
  ♦ NUMERO PAG:         496
  ♦ ILLUSTRAZIONI:      colori (anche doppia pagina)
  ♦ PREZZO:                   39 €

separatore blog down

Da retro coperina: Che cos’è l’arte e dove è iniziata? Perchè facciamo arte e perchè l’arte cambia in continuazione? Sono solo alcune delle molte domande che Julian Bell si pone in questa nuova storia dell’arte per il XXI secolo.
Con una sapienza da addetto ai lavori e un ammirevole maestria, Bell tesse i diversi fili del racconto artistico creando un saggio splendidamente scritto, lucido e avincente che è allo stesso tempo una perfetta introduzione alla più ampia storia dell’arte e un incursione dentro la mente artistica.
Il suo innovativo modo di narrare la storia dell’arte diventerà una pietra miliare per una nuova generazione di lettori.

Struttura dei vari capitoli:
Orizzonti
Animali e umani (oltre 31000 anni fa)
Alla luce delle torce (Europa Occidentale da 31000 a 10000 ac)
Sentimenti vaghi (America, Australia, Africa, Asia sud occidentale (10000 ac)
Scelte multiple (Africa Centrale, Melanesia, Giappone, Europa del 5000 ac)
Senza parole (Polinesia, Scozia del 4000 ac)

La civiltà prende forma
Pietre nella nebbia (Messico, Perù, Cina e India del 3000 ac)
Linee di base (Iraq e Egitto 3100-1200 ac)
Il cerchio si chiude (Messico 1200-800 ac)

Norme classiche
Allusioni e dichiarazioni (Asia sett., Siria, Iraq, 800-600 ac)
Uomo e Arte (Grecia, Iran 650-330 ac)
Venti e montagne (Grecia, India, Asia Cle, Cina 320 ac 100 dc)
Atti di citazione (Italia 50 ac 150 dc)

Mondi medievali
Immagini scollegate (Nigeria, Perù, Europa 500 ac 500 dc)
Ora et labora (Nord africa, India, Italia, Siria, isole britanniche 1-750 dc)
Giungle e grotte (America centrale, Indonesia, India, Cina 300-900)
Verbo, carne, luce (Islam, Cristianesimo 950-1250)
Tra antico e moderno (Cina. Giappone,Cambogia, Nigeria 1000-1250)

Porte e finestre
Festini e alberi spogli (Cina 970-1380)
Colori di terra (Germania, Italia 1240-1350)
Testi e trame (Iran, Italia, Francia, Spagna, Russia 1330-1420)
Le finestre si aprono (Europa settentrionale, Italia (1390-1520)
Passioni private (Fiandre, Italia, Francia, Iran Indonesia 1440-1520)

Il mondo ri-creato
Un parto sofferto (Messico, Europa settentr. 1490-4530)
Una cosa della mente (Italia 1480-1520)
Difficoltà (Europa occid., Africa 1520-1560)
Vette filosofiche (paesi bassi, India, Italia, Spagna 1540-1600)

Realtà teatrali
Altri tempi (Cina, India merid., Americhe, Italia 1530-1630)
Crescendo (Roma, Europa sett., India, Iran 1600-1650)
Mercati e segni (Italia, Spagna, Paesi bassi 1600-1670)
Più rico più nitido ( Paesi bassi, Italia 1620-1670)

Stabilità, ragione
Gli effetti della pace ( francia, Italia 1660-1700)
Sogni diversi (Mali, Giappone, Cina, Corea 1650-1750)
Grandi compagni (Francia, Italia, Germania 1710-1760)
Il pubblico (Giappone, Gran Bretagna 1730-1780)
La misura (India, Francia, Russia 1750-1790)

Una verità mutata
Esperienze di modernità (Francia, Brasile, Giappone 1780-1805)
Ideali e corpi (Italia, Spagna, Francia 1780-1830)
Visione e panorama (Gran Bretagna, Germania 1790-1850)
I nuovi regimi (Iran, Francia, Danimarca 1800-1850)
Verso le perifeie (Francia, Giappone 1810-1860)

Lo slancio dell’industria
Materia e fatto (Francia, Germania, Gran Bretagna 1840-1860)
Spettatori (USA, India, Nuova Zelanda, Africa occidentale, Cina 1840-1870)
Libertà e doveri (Francia,Russia, Gran Bretagna 1860-1890)
Accelerazione (USA, Francia 1880-1900)
Intenzionalità (Danimarca, Norvegia, Francia, Messico 1890-1900)

Svolta/rottura
Vitalità (Africa, Europa 1900-1920)
Questioni, snodi (Europa 1914)
Macchine (USA, Germania, Russia, Giappone 1915-1925)
Dietro la visione, oltre la visione (Europa, USA 1920-1940)
Serrare le fila (Messico, USA, Europa, Cuba 1929-1945)
Primo piano
Bombardamenti e rovine (USA, Gran Bretagna, Francia 1949-1945)
Un furbo venditore (USA, Argentina, Italia, Tanzania 1955-1964)
La guerra fredda (Cina, Germania, Gran Bretagna, USA 1965-1973)
Plurale/postmoderno (USA, Germania, Canada, India, Australia 1969-1989)
Spettacolo mondiale (dal 1980)
Quì e là

Ho letto questo libro un pò di tempo fa e risfogliandolo per scrivere questo breve suggerimento di lettura mi sono ricordato di quanto l’esperienza che ho tratto dalla lettura è stata oltremodo piacevole, sia per l’ampio corredo grafico di buonissima qualità sia per lo stile socorrevole della narrazione.
Molto affascinanti i capitoli iniziali nei quali l’autore affronta il problema di quando sia cominciato a formarsi nell’uomo primitivo una “necessità artsitica e creativa”, mostrando i primi esempi di artefatti dove si comincia a vedere un primo tentativo di dare forma “estetica” a delle figure di animali come ad esempio nel frammento di corna in cui è inciso un bisonte che si lecca un fianco, 14000 AC circa, proveniente da la Madeleine in Dordogna. Questo oggetto da tenere in mano aveva probabilmente una funzione pratica ma l’uomo antico che l’ha realizzato ha sentito la necessità di renderlo in qualche modo bello. Altrettanto interessante tutta l’esposzione delle raffigurazioni rupestri trovate in varie grotte in diverse parti del mondo, legate anche alla spiritualità di quegli uomini, ma elegantissime nella loro sintesi al punto da aver ispirato artisti contemporanei.
Un altro elemento interessante da segnalare nell’impostazione dell’intero libro è costituito dai continui collegamenti trasversali soprattutto temporali ma anche geografici che aiutano a costruirsi una visione più globale dell’evoluzione dell’arte nella storia, avendo davanti agli occhi fenomeni artistici che prendono vita o si sviluppano contemporanemente in luoghi anche molto lontani tra di loro. In fondo al libro si trovano diverse pagine con una cronologia che aiuta a collocare vari pun ti fermi nei vari momenti temporali e aree geografiche.
Quindi rispetto a tante altre storie dell’arte questa offre la possibilità di una lettura diversa e davero coinvolgente. Unica “pecca” forse il peso del volume ed il formato poco maneggevole anche se questo ha permesso la presentazione di riproduzioni a colori anche a doppia pagina moolto suggestive.

separatore blog up

Clicca sul cuore se hai apprezzato l'articolo, grazie!

Hai dato un'occhiata anche ai miei dipinti ad olio presenti in galleria?

Prev La pittura moderna
Next Saper dipingere ad olio
saper dipingere ad olio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You can enable/disable right clicking from Theme Options and customize this message too.