0
Il tuo carrello è attualmente vuoto

Dipingere un Albero – Parte 3

- Titolo Articolo -

DIPINGERE UN ALBERO - Parte 3

Come ho riprodotto un albero nel mio ultimo dipinto con brevi video per illustrare le varie fasi di avanzamento del lavoro.
Le fasi conclusive

separatore blog up

♦ Pittura ad olio
♦ Rivolto ai non esperti 
♦ Realizzazione di un albero   
♦ Lunghezza articolo:   media
♦ VIDEO TUTORIALS:  SI ( 97 min totali )

〉〉〉 Precedente articolo Parte 1LEGGI
〉〉〉 Precedente articolo Parte 2:  LEGGI

separatore blog down

Con riferimento all’ultimo dipinto di fantasia (un paesaggio fantastico) che ho terminato recentemente proseguiamo con la terza ed ultima parte dell’articolo per arrivare fino alla fase finale della realizzazione dell’albero al centro della composizione.

Ricordo l’elenco dei principali colori usati per la realizzazione dell’albero:

  • TERRA VERDE NATURALE (versione studio)
  • STILL GRAIN GIALLO
  • VERDE VESCICA
  • VERDE OLIVA SCURO
  • VERDE HOOKER
  • VERDE TURMALINO
  • GIALLO NICHEL TITANIO
  • GIALLO CADMIO CHIARO
  • GIALLO CADMIO MEDIO
  • GIALLO NAPOLI CHIARO
  • OCRA LIMONE
  • OCRA GIALLA PALLIDA
  • TERRA DI POZZUOLI
  • TERRA D’OMBRA BRUCIATA
  • ROSSO CADMIO CHIARO
  • ROSSO CADMIO SCURO
  • BLU COBALTO CHIARO
  • BLU OLTREMARE SCURO
  • BLU PRIMARIO
  • BIANCO TITANIO

PARTE FINALE E RIFINITURA

Ricordo che i brevi video mostrano solo una parte dell’attività descritta di volta in volta nelle singole porzioni del testo per mostrare il mio modo di procedere e che il tempo realmente necessario per estendere quanto descritto in un singolo video all’intero albero è stato di gran lunga maggiore (molte sessioni di pittura a differenza dei pochi minuti di ogni video).    

Dopo aver scurito tutta l’ombra proiettata dall’albero sul terreno (Terra di Siena Naturale Scura + Blu Oltremare scuro in quantità crescente + piccole quantità di Grigio Piccione e eventualmente piccole quantità di Rosso Cadmio Scuro) ho dovuto scurire il tono del tronco e chiaramente dei rami in ombra ricorrendo sempre a Terra d’Ombra Bruciata con molto Blu Oltremare Scuro.
Guarda il VIDEO NR 1

Riproduci video

In questa fase successiva ho iniziato a schiarire la parte di fogliame della chioma che deve essere illuminato picchiettando con diversi tipi di pennelli in modo da aggiungere punti di luce e foglie più chiare utilizzando: Terra Verde Naturale + Still Grain Giallo + poco Terra Pozzuoli + graduale Giallo Cadmio Chiaro e per punti luce molto chiari aggiunte successive di Giallo Nichel Titanio e Giallo Napoli Chiaro.
Inoltre ho dovuto anche scurire ulteriormente le fronde in ombra per creare maggiore contrasto con Verde Hooker + Rosso Cadmio Chiaro + Giallo Nichel Titanio.
Guarda i VIDEO NR 2 e 3

Riproduci video
Riproduci video

Nel video seguente potete vedere come oltre a proseguire nella lavorazione descritta nei due video precedenti ho cominciato anche con il tono verde scuro già utilizzato (Verde Hooker + Rosso Cadmio Chiaro + Blu Oltremare Scuro) ad aggiungere punti scuri accanto a punti di luce nelle parti illuminate per contribuire a creare maggiore contrasto per l’occhio.
Guarda il VIDEO NR 4

Riproduci video

Nelle giornate immediatamente successive sono intervenuto sul fogliame scuro soprattutto sul lato destro per ammorbidire il tono molto scuro utilizzando anche del Verde di Hooker puro (molto intenso come verde scuro) e delle combinazioni di Verde Hooker e Verde Turmalino (più azzurrato). A questi impasti aggiungevo a seconda della necessità del Blu (Blu Oltremare Scuro o Blu Cobalto Chiaro) per scurire ma anche piccole quantità di Grigio Topo e Gialli Cadmio Chiaro e Giallo Cadmio Medio per ottenere dei toni meno scuri.

Ulteriore lavoro di realizzazione punti luce fogliame mostrato nei prossimi due video NR 5 e NR 6:

Riproduci video
Riproduci video

In questa fase invece sono ritornato a perfezionare ed allargare i punti del fogliame attraverso i quali si deve intravedere il cielo e che nella fase iniziale avevo trascurato di riprodurre e che rendono l’albero meno rigido e meno plastico. Notare che i toni di azzurro che hanno ricoperto le parti verde scuro sono diversi anche verso le ramificazioni terminali. Successivamente andranno ripassate per rendere il tono blu più corposo senza che si percepisca più la precedente presenza del tono scuro verde.
Guarda il VIDEO NR 7

 

Riproduci video

Quindi sempre per rendere la chioma più ariosa ho effettuato un lavoro simile al precedente nella parte bassa facendo venire fuori delle porzioni di prato attraverso le chiome in ombra: per questo ho usato una combinazione base di: Verde Turmalina + Ocra Gialla Limone + Giallo Cadmio Chiaro e a parte correzioni con poca Terra Verde Naturale + poco Verde Vescica + poco Verde Cinabro + poco Still Grain Giallo.
Guarda il VIDEO NR 8

Riproduci video

A questo punto ho avuto bisogno di rendere più evidenti le aperture nella massa del fogliame che lasciano intravedere la parti di prato dietro la chioma, ricorrendo, come mostrato nel VIDEO NR 9, ad un impasto in prevalenza ottenuto mescolando del GIALLO CADMIO CHIARO ad una base di TERRA VERDE NAT+STILL GRAIN GIALLO+TERRA POZZUOLI già utilizzato per il prato (le terre hanno permesso di ottenere un tono più caldo di verde chiaro)  aggiungendo o riprendendo per valorizzarle porzioni di prato attraverso la chioma utilizzando un pennello sintetico a lingua di gatto misura 0.
Successivamente aggiungendo al GIALLO CADMIO CHIARO delle piccole quantità di VERDE TURMALINA e usando anche varie combinazione di VERDE HOOKER+ROSSO CADMIO CHIARO+GIALLO NICHEL TITANIO e aggiunte di TERRA VERDE NATURALESTILL GRAIN GIALLOVERDE TURMALINO ho illuminato le chiome dell’albero più piccolo sulla destra aprendo dei buchi nella parte in ombra dell’albero grande antistante per tentare di rendere maggiore profondità VIDEO NR 10.

Riproduci video
Riproduci video

A questo punto della lavorazione l’albero si presentava così:

Successivamente ho dovuto riprendere i tronchi ed i rami, sia per valorizzare meglio le parti già dipinte e scure (in ombra) sia per aggiungere nuovi rami minori.
Poiché il tono marrone scuro si era opacizzato asciugandosi apparendo ingannevolmente più chiaro e rendendomi difficile apprezzare il corretto chiaroscuro, ho inumidito tutte le parti principali da ripassare tamponandole con un pezzettino di carta da cucina inumidita con qualche goccia di olio di papavero in modo da far riacquistare loro il corretto valore scuro tramite una superfice ora lucida. Quindi dove mi sembrava che il tronco o ramo in ombra non fossa abbastanza scuro sono intervenuto con una miscela di TERRA D’OMBRA BRUCIATA con molto BLU OLTREMARE SCURO con pennellino piccolo sintetico e successivamente ho iniziato ad aggiungere vari piccoli rami soprattutto nelle parti alte della chioma e non solo come mostrato nel VIDEO NR 11

Riproduci video

A questo punto della lavorazione l’albero si presentava così:

Nei due prossimi VIDEO NR 12 e 13 ho ripreso una parte della fase precedente della lavorazione, in quanto mi sono reso conto che le parti delle fronde in ombra richiedevano per migliorare i contrasti ed il senso di profondità dei piccoli punti dove il fogliame era ancora più scuro.
Poiché i toni erano asciutti e quindi più spenti rendendo un valore tonale più chiaro di quello reale ho inumidito come già mostrato in precedenza con pezzo di carta da cucina imbevuto di olio di papavero le parti più estese dove intervenire. Successivamente ho preparato una miscela con VERDE HOOKER + piccole quantità di ROSSO CADMIO SCURO + BLU OLTREMARE SCURO da molto scuro a meno scuro, inoltre per dei toni medi ho aggiunto piccole quantità di GIALLO CADMIO CHIARO e anche TERRA VERDE NATURALE. Con questi toni usando sia un pennello sintetico a punta tonda misura 14 e per migliori rifiniture un lingua di gatto sintetico misura 0 sono intervenuto nelle porzioni in ombra del fogliame aggiungendo delle piccole zone (soprattutto picchiettando di punta) molto scure e ripetendo l’operazione su tutte le parti della chioma che necessitavano di questo intervento (nel video si mostra come esempio una piccola parte del lavoro).

Riproduci video
Riproduci video

In ultimo ho lavorato sull’intera parte della chioma nella zone illuminate aggiungendo accanto ai punti di massima luce anche dei punti medio scuri (non troppo) per tentare di rendere meglio il fatto che attraverso il fogliame illuminato si intravedono sempre piccole foglie in ombra, ottenendo così un miglioramento della resa finale, Per far questo ho utilizzato un pennello piccolo sintetico a lingua di gatto misura 0 e preparato un impasto meno scuro di quello utilizzato precedentemente per le parti in ombra con VERDE HOOKER + abbastanza ROSSO CADMIO CHIARO e schiarendolo leggermente con il GIALLO NICHEL TITANIO. Una parte del lungo lavoro sull’intera chioma è mostrata nel VIDEO NR 14.

Riproduci video

Alla fine l’albero si presentava come mostrato nell’immagine sotto:

Terminiamo qui la serie dei tre articoli dove ho tentato di illustrarvi come io ho proceduto a dipingere un albero. Chiaramente vi sarete resi conto che purtroppo il mio modo di dipingere è molto lento e comporta ripensamenti e correzioni. Sicuramente troverete altre vie migliori e chi potrà fornirvi spiegazioni più efficaci.
In ogni caso spero che da questi articoli abbiate potuto trarne qualche spunto utile. Vi ringrazio per la pazienza e buona arte.

separatore blog up

Clicca sul cuore se hai apprezzato l'articolo, grazie!

Hai già guardato i miei Dipinti ad Olio?

Precedente (Prev) Dipingere un Albero - Parte 2

One Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You can enable/disable right clicking from Theme Options and customize this message too.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: